Kalaripayattu: Wild Energy

a cura di Arianna Romano

 

Arte Marziale Indiana

 

La Terra non appartiene all’uomo,

è  l’ uomo che appartiene alla Terra

 

A piedi nudi sulla terra l’essere umano

può essere attraversato dalle energie

della giungla, della savana, dell’oceano

 

Metamorfosi fisica, mentale, energetica

 

Essere:

Il radicamento dell’Elefante
La leggerezza del Cavallo
La maestosità del Leone
La potenza del Cinghiale
La sinuosità del Serpente
L’eleganza del Gatto
La prontezza del Gallo
L’equilibrio del Pesce

 

ll kalaripayattu è la madre delle arti marziali, nata in Kerala, nel sud dell’India.

L’antica arte marziale Kalaripayattu esplora le energie e le posizioni animali.

Superare il proprio limite, dare forza ed elasticità al corpo e alla mente, concentrare la mente nell’azione presente.

L’aspetto performativo che lo caratterizza, lo avvicina alla danza e al teatro.

Il kalaripayattu è un’arte trasformativa perchè lavora sulla apertura dei canali energetici (Nadis), sul rinnovo dell’energia corporea, sull’attenzione, sulla capacità di concentrazione

e sulla gestione delle emozioni ed è un perfetto strumento per sincronizzare mente e corpo e per stabilizzare l’equilibrio psico-fisico, aiutando a trovare radici e il centro dell’energia vitale.

La pratica è consigliata a tutti, in particolare ad attori, danzatori, praticanti di yoga ed arti marziali.

Arianna Romano bio

Arianna Romano Kalari teacher shots by Anna Laviosa

La pratica è condotta da Arianna Romano, attrice e performer, che nel 2017 collabora con il Nordisk Teatrelaboratorium in Festuge Festival e Ikarus Project. Vive nell’ anno 2016 nel sud dell’India in Kalarigram, Tempio di Kalaripayattu e Ayurveda, sotto la guida del Guru Sri Lakshmanan Gurukkal e la visione di Guru Veerasree Sami Gurukkal.