Volontà e Attenzione – Introduzione alle Pratiche Tolteche

di Luca Frigerio

Una delle scoperte più sconvolgenti e interessanti che fecero gli stregoni dell’antico Messico è che il mondo è una sensazione e che dipende dalla modalità con cui usiamo la nostra attenzione.

Siamo stati educati a usare la nostra attenzione e la nostra energia in modo ossessivo e deleterio, rimaniamo così tutta la vita fissati in uno stato di consapevolezza che ci permette ben poca possibilità di cambiamento ed evoluzione.

In questo workshop esploriamo praticamente la possibilità di accedere a percezioni non ordinarie e a nuove modalità dell’attenzione con disciplina e volontà.

Alleandoci con gli elementi della natura sveleremo nuove connessioni con il mondo e riorienteremo la nostra energia facendo emergere il ricordo delle nostre capacità magiche.

“La magia è uno stato di consapevolezza. È l’abilità di concepire qualcosa che sfugge alla percezione ordinaria.”
Carlos Castaneda

Luca Frigerio bio

Luca Frigerio è un esploratore della percezione e un viaggiatore dell’infinito sulla via dei guerrieri toltechi.  Si forma nell’ambito dello yoga, dell’alchimia, dello zen, della psicologia del profondo e dello sciamanesimo di varie tradizioni. In italia è portatore della musica medicina e dei canti sacri provenienti dalla relazione con le piante di potere del centro e sud America. In questo ambito incontra ed assorbe gli insegnamenti di numerosi taita, ayahuasqueri, in particolare della via del cammino rosso, di cui apprende le pratiche. Più significativo e impattante è per Luca l’incontro con le opere del Nagual Carlos Castaneda che fin da subito hanno su di lui un forte potere trasformativo. Nel sistema di conoscenze millenario che è il nagualismo trova il pragmatismo, L’efficacia e la chiarezza che da sempre cercava. Grazie a Marco Baston ottiene la chiave per comprendere  Castaneda e apprende le pratiche e le modalità di azione dei guerrieri toltechi.