PARQUEBAMBU/ Perù uno spazio ludico tra partecipazione e sostenibilitá

a cura di Francesco Poli LAN

ParqueBambu è il parco giochi in bambù ed altri materiali naturali o riciclati per la scuola primaria di Jerusalén de Miñaro, piccola comunità indigena Nomatsiguenga dell’Amazzonia peruviana.

Il progetto di Semillas – Asociaciòn para el desarrollo sostenible e LAN – Laboratorio Architetture Naturali, è autofinanziato attraverso un crowdfunding creativo e partecipato da illustratori di tutto il mondo che hanno donato le proprie immagini al progetto.

Si tratta di creazioni originali, frutto della personale ispirazione di ciascun artista nell’ evocare il ricco e caleidoscopico immaginario culturale peruviano.
Grazie alla preziosa collaborazione di questi artisti il crowdfunding è diventato un sistema partecipato, che è espressione delle pratiche e dei metodi alla base del progetto: inclusione, partecipazione e co-progettazione.

Abbiamo creato una rete globale, tenuta insieme dal filo della partecipazione, perché il ParqueBambu faccia il giro del mondo!

Insieme per un progetto dedicato all’infanzia che parla di partecipazione e co-progettazione.

Durante la presentazione verranno presentati i seguenti argomenti:

– Il parco giochi per i bambini della comunità nativa Nomatsiguenga interamente realizzato in Bambù.

– L’organizzazione di un workshop internazionale.

– Il processo partecipativo per il coinvolgimento della Comunità ospitante nelle fasi di progettazione.

– L’insegnamento delle tecniche costruttive in Bambù per la sua realizzazione.

– La raccolta fondi grazie al Crowdfunding.

 Francesco Poli (LAN) bio

Il gruppo LAN_Laboratorio Architetture tratta la sperimentazione e ricerca sui materiali naturali, vegetali e di riciclo applicati all’architettura, al design e all’arte tramite la realizzazione di opere, manufatti architettonici e prodotti di design.

LAN promuove l’Autocostruzione e l’Autorecupero, la riscoperta delle antiche tecniche artigianali e di costruzione attraverso un percorso inverso che punta a stimolare l’interesse nei confronti del passato mediante l’utilizzo di accorgimenti tecnici e tecnologici innovativi.

Si impegna nella promozione della cultura dell’eco-sostenibilità, del consumo consapevole e dell’etica sociale, coinvolgendo attivamente, in ogni suo lavoro, la popolazione locale e non, attraverso processi di cooperazione e partecipazione; creando un quadro per lo scambio reciproco di conoscenze e competenze.

www.lan-architetture.org