Earthships, libertà e Dignità: una rivoluzione radicale sostenibile

di Patrick Lunt

In questo workshop verranno spiegati i principi fondamentali del sistema Earthships e si potrà apprendere come vivere “fuori dalla griglia” (Off-Grid). Il pubblico verrà invitato a sperimentare come le nostre case possano diventare come gli alberi e come esse possano dare e togliere alla Terra secondo un ciclo rigenerativo.

Le Earthships sono il fiore all’occhiello di un movimento attivo per la sostenibilità radicale fondata su principi di permacultura ed economie alternative.

Sono strutture nate 40 anni fa dalla visone dell’architetto americano Michael Reynolds. I suoi primi esperimenti prevedevano l’uso di lattine, poi di pneumatici e bottiglie di riciclo, uniti a terra cruda, argilla, legno e paglia, per creare edifici a basso costo costruttivo, duraturi nel tempo e sempre più efficienti da un punto di vista energetico. Nel corso degli anni diversi fattori come: massa termica, gravità, acqua, cibo e il potere rigenerativo delle piante, sono stati integrati nello sviluppo di queste abitazioni eco-sostenibili,belle, robuste e funzionali a prezzi accessibili e totalmente indipendenti.

40 persone possono costruire una casa per 4 individui nell’arco di un mese.

Parte 1
Descrizione dei sei principi di “Earthships”:
1. Raccolgono acqua
2. Raccolgono le acque di scolo
3. Fanno crescere il proprio cibo
4. Sono realizzate in materiali riciclati (pneumatici e bottiglie usate)
5. Generano la loro potenza energetica
6. Si auto-riscaldano e auto-raffreddano

Parte 2
Che cosa fa Offgrid Italia come associazione qui in Italia: il nostro lavoro a Brescia, Torino e Firenze, tra cui il progetto Re-Land e Offgrid University.

Parte 3
Il potenziale per costruire quasi ovunque nel mondo. A partire dalla nostra esperienza di costruzione in Burkina Faso e i progetti in Nepal e Annemasse, verranno mostrati semplici tecnologie e fenomeni terrestri per influenzare al meglio la vita delle persone.

Patrick Lunt bio

Patrick ha un Master in Ambiente e Sviluppo conseguito presso la Manchester University dove ha studiato ‘Ecologia della Liberazione e Metodi per prosperare in armonia con l’Ambiente’. Dopo aver visto il documentario ‘Garbage Warrior’, decide di fare un’esperienza come volontario per Earthship Biotecture in Malawi nel 2013 e di frequentare la relativa Accademia a Taos l’anno successivo.

Nel 2016 costruì una cupola di copertoni / vetro in Nord Italia e condusse una costruzione di una EarthBag in Burkina Faso. Quest’anno sta lavorando a due progetti Earthship: una casa scolastica in Nepal e un centro di rifugiati a Annemasse.

http://www.offgriditalia.org